Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2012

Ehi amico ... c'è Sabata, hai chiuso!

Immagine
Lee Van Cleef nella sua lunga carriera italiana ci ha abituato, e bene aggiungo, quasi viziandoci, al suo ruolo di "maturo" pistolero. Anche qui non rinuncia al suo canone di risoluto, infallibile e deciso verso i cattivi, quanto bonario e disponibile con i buoni o meno fortunati nella caotica vita di frontiera. Lui è Sabata, ed è di passaggio a Daugherty City quando, nella cittadina vicina al confine messicano, viene consumata una sanguinosa rapina ai danni della locale banca e che ha fruttato 100 mila dollari in oro di proprietà dell'esercito. Si mette subito sulle tracce del carro che trasporta il pesante bottino e grazie al suo fucile di precisione e da lunga gittata, uccide i banditi e riporta carro e cadaveri in città. Chiede ed ottiene una ricompensa di 5 mila dollari dall'esercito e incuriosito dalla presenza in città di un terzetto di fratelli acrobati provenienti da St. Louis, noti alle forze dell'ordine per precedenti penali, inizia ad indagare e scopr…

L'alba del pianeta delle scimmie

Immagine
Il Pianeta delle scimmie nel 1968 fu un grande successo di pubblico e critica e questo film vuol essere l'antefatto o prequel come si chiama in gergo alla vicenda che vedrà in seguito scimmie evolute e umani soggiogati in una inversione dei ruoli che all'epoca colpì molto l'immaginario collettivo. Il film sostanzialmente si regge sugli effetti della computer grafica che hanno raggiunto livelli incredibili e consentono un dinamismo all'azione più che reale e allo stesso tempo coinvolgente in quelle evoluzioni e piroette volanti del protagonista Cesare e dei suoi simili primati. Lui è un cucciolo di scimpanzé salvato da morte certa dal laboratorio nel quale lavora Will Rodman che lo ha portato a casa ed allevato con cura. Will lavora alla Gen-Sys, un'industria farmaceutica, e sta mettendo a punto un farmaco in grado di curare l'Alzheimer che consiste in un virus in grado di potenziare i neuroni al punto da far loro rigenerare le cellule morte. Sperimentato sui pr…

Trailers Film Fest foto

Immagine
la locandina della X edizione Milla Jovovich scatenata nel quinto episodio della serie RESIDENT EVIL RETRIBUTION
 l' Ultimo Terrestre Ben Stiller in una commedia "extraterrestre" Vicini del terzo tipo  di Akiva Shaffer e l'incubo in un futuro prossimo 2018 il ritorno del Nazismo in Iron Sky di Timo Vuorensuola
a cura: Ufficio stampa
REGGI&SPIZZICHINO Communication
Via G.B. Tiepolo 13/a - 00196 Roma
Tel +39 06 97615933
Maya Reggi +39 347 6879999
Raffaella Spizzichino +39 338 8800199
Carlo Dutto +39 348 0646089info@reggiespizzichino.com
www.reggiespizzichino.com
www.trailersfilmfest.com
info@trailersfilmfest.comil post dei giorni scorsi con il programma completo qui nel blogTrailer film fest

L’arciere di fuoco

Immagine
Giorgio Ferroni con un budget molto limitato, da un soggetto di Ennio De Concini che cura anche la sceneggiatura, confeziona un discreto ed ennesimo film sull'arciere più famoso e amato del mondo. Al fianco di  Giuliano Gemma nel ruolo di Robin Hood tanti volti noti del western nazionale. Da Mark Damon nel ruolo del fidato Allen a Nello Pazzafini che qui interpreta un efficace Little John passando per le fugaci apparizioni di Giovanni Cianfriglia facilmente riconoscibile nelle vesti di un arciere in competizione al torneo di Nottingham o di Pupo De Luca nei panni di un falso frate e Furio Meniconi in quelli di un oste. Mario Adorf è un simpatico e convincente Frà Tuck e lo scarno Daniele Dublino è molto bravo nell'impersonare il Principe Giovanni Senzaterra. Luis Davila è il bieco Sir Robert usurpatore della contea di Nottingham e sostenitore di Giovanni al trono di Inghilterra. Lars Bloch a inizio film e nel trionfale rientro finale è Re Riccardo e le donne, per finire, sono …

Kim

Immagine
Tratto dal famoso romanzo di Rudyard Kipling è un film di avventure adatto a tutta la famiglia. Non so se è ancora letto dai giovani moderni ma certamente dovrebbe e per quanto mi riguarda era, da bambino, la classica avventura che ti faceva fantasticare mondi lontani e personaggi dal fascino esotico. Nel film, girato in Rajastan, dove nei crediti iniziali viene ringraziato il locale governo per l'aiuto prestato, e in parte negli incantevoli scenari di Alabama Hills vicino a Lone Pine in California, teatro di tanti western e somigliante al Khyber Pass dove la vicenda ha il suo apice, queste atmosfere sono rappresentante in maniera fantastica. Fin dall'inizio si è catapultati in un mondo magico di ricchezze sfrenate contrapposte a miserie inenarrabili, di religioni diverse e costumi e riti ancestrali. Kim è un giovane ladruncolo che si guadagna da vivere con piccoli furti e dotato di grande astuzia e coraggio ha trovato in Mahbub Alì detto il Barbarossa per il suo pizzetto di …

Trailers Film Fest X edizone alle battute finali

Immagine
TRAILERSFILMFEST
X EDIZIONE
CATANIA, 26 -29 SETTEMBRE 2012 I registi Leonardo Pieraccioni e Mimmo Calopresti ospiti della kermesse catanese
Torna a Cataniadal 26 al 29 settembre 2012 il TrailersFilmFest, il festival dei trailer cinematografici diretto da Stefania Bianchi, giunto alla sua 10a edizione, unico festival in Italia e in Europa che premia i migliori trailer e le loro case di distribuzione. Il festival – a ingresso gratuito fino a esaurimento posti - si tiene nell’ex Monastero dei Benedettini, ora sede del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell'Università di Catania e presso il Cine-Teatro Metropolitan. Tre giorni di workshop, incontri con i professionisti della promozione, lezioni sui mestieri del cinema, rassegne di trailer e proiezioni di lungometraggi in anteprima italiana. Tra gli ospiti di questa edizione, il regista Leonardo Pieraccioni.
Per la sezione Trailers Première, saranno tre i lungometraggi proiettati in anteprima italiana al Cine-Teatro Metropolitan di Catani…

Arrivano Django e Sartana ... è la fine

Immagine
... del western all'italiana. Demofilo Fidani, bravissimo a cavare sangue dalle rape con i pochi mezzi a disposizione, stavolta non riesce nell'intento e "scomodando" addirittura due calibri come Django e Sartana ma col risultato di renderli patetici e di certo non all'altezza della loro fama. Ma è tutto il film che stavolta non regge a cominciare dagli interpreti non efficaci per finire con le location da dove ti aspetti esca fuori una ruspa o un trattore con un contadino sopra. Fidani cura il soggetto e la produzione per poi firmarsi con lo pseudo Dick Spitfire. Al suo fianco anche stavolta Aristide Massaccesi che cura la fotografia e alcuni degli attori e caratteristi abituali. Benito Pacifico o Dennis Colt è anche in questo film il maestro d'armi e Simonetta Vitelli o Simone Blondell è presente nella consueta e insipida particina, ma col papà regista e la mamma, Mila Vitelli Valenza scenografa, entrambi sul set, non era difficile ottenerla. Ma anche stav…

Memento

Immagine
Leonard Shelby è affetto da un grave disturbo della memoria in seguito a una botta in testa rimediata in casa da un uomo che stava violentando sua moglie. Dimentica tutto ciò che gli capita nel breve volgere di una decina di minuti ma non "riesce a dimenticare di ricordare" tutto quello che è accaduto prima della tragica notte dove sua moglie è rimasta uccisa e lui menomato. Sa perfettamente chi è e che è alla ricerca disperata dell'assassino del quale conosce solo un nome incompleto, John G., ma nel durante la sua vita è così complicata che ogni mattino al risveglio deve capire dove si trova e cosa sta facendo. Per questo ha escogitato una serie di espedienti, che lui chiama metodo, e che vanno dalla scrittura di suo pugno in foglietti e anche su foto polaroid scattate a luoghi e persone per finire con i più importanti tra essi tatuati su tutto il corpo. Ad esempio sul petto ha scritto, al contrario di modo da leggerlo allo specchio ogni mattina, che sua moglie è stata …

Il buono, il matto, il cattivo

Immagine
Oriental Western è la scritta che appare nei titoli di coda di questo avvincente film coreano. E si sono consumate tastiere intere (in luogo del solito inchiostro) per accostarlo al cinema del nostro Sergio Leone. In effetti è così a partire dal titolo e via via fino alla fine, con l'aggiunta però di acrobazie tecniche di ripresa che lo proiettano nel genere dei più sofisticati film d'azione moderni. L'inizio è leoniano nella laboriosa preparazione della vicenda e al contempo adrenalinico con le evoluzioni di una stupenda aquila ripresa con inquadrature vertiginose, sfidando il treno in velocità e piombando rapida su una carcassa di animale morto tra i binari e una frazione prima che il pesante mezzo la travolga. Su quel treno, e siamo in Manciuria nel 1930 sotto la dominazione giapponese, un ufficiale con il suo seguito ha con sé una preziosa mappa che conduce a un tesoro immenso. Il buono, Park Do-won, un cacciatore di taglie, deve recuperarla ma all'interno del tren…

Storie irlandesi

Immagine
Tyrone Power, in quanto di origini irlandesi funge da presentatore, padrone di casa, aprendoci la sua porta e facendoci accomodare con garbo per ascoltare queste tre divertenti storie, tra il drammatico lieve e la commedia, sulla gente irlandese. Tre storie dal fascino unico nell'incanto della natura e del suo popolo semplice, schietto, pacifico ma all'occorrenza bellicoso quando lotta per la sua indipendenza e comunque sempre pervaso da un fortissimo sentimento religioso. John Ford, da par suo, confeziona un film delizioso mettendo insieme tre racconti di diversi autori e molto popolari in Irlanda. Si comincia con  "THE MAJESTY OF THE LAW" di Frank O'Connor dove un ispettore di polizia di un piccolo villaggio deve recarsi presso la casa diroccata di un vecchio amico con un mandato di cattura che lo riguarda. Va a piedi per meditare e maledire ogni miglio che lo divide da quella ingrata incombenza. Giunto là viene ricevuto con tutti gli onori dell'ospite e de…

Geronimo

Immagine
Diretto da Walter Hill con l'aiuto di John Milius che ha curato soggetto e sceneggiatura, questo Geronimo interpretato magistralmente da Wes Studi, attore Cherokee di nascita, è senz'altro il più bel film sulla storia dei Nativi Americani e sul leggendario capo apache Goyaaké chiamato dai messicani Geronimo. Nato nel Nuovo Messico quando apparteneva ancora al Messico era lo sciamano nella tribù del grande Kociss. Chiamato anche il sognatore per il suo potere di vedere il futuro attraverso i sogni e a volte anche ad occhi aperti, aveva intrapreso una guerra senza quartiere contro i messicani che gli avevano ucciso moglie e due figlie piccole. Le sue scorribande lo portarono spesso oltre confine dove ingaggiò furibonde lotte anche contro l'esercito degli Stati Uniti. Nel film la sua storia ci viene raccontata dal Sottotenente Britton Davis che funge da narratore partendo dall'inizio quando Geronimo, ultimo dei suoi, si arrende al Generale George Crook, temutissimo ed ir…

La carica degli Apache

Immagine
Il titolo italiano è ancora una volta fuorviante. Uno si aspetta un vero e proprio assalto degli indiani e invece tutto resta in bilico senza particolari apprensioni. E tutto questo grazie a due uomini di buona volontà, un bianco e un sangue misto di cui al titolo originale. Charlie Wolf diventa, con tanta fantasia, Johnny il falco nella versione italiana ed è un meticcio che vive con gli Apache e condivide con loro le scarse razioni di viveri che il governo manda nella riserva ogni tanto. In realtà un losco affarista del posto in combutta con l'Agente Indiano di San Remo, capoluogo della riserva, vuole spingerli a ribellarsi per la fame di modo da essere cacciati dalle loro terre, dove da sondaggi effettuati sul terreno, sembra celarsi una gran quantità di oro ad appena un metro di profondità e per interi ettari. Costui, Tom Crawford è sul punto di ottenere quello a cui mira quando si imbatte in Dan Craig, un giocatore di passaggio con un passato militare e che non ama i prepoten…

I quattro del Texas

Immagine
Commedia simpatica ambientata nel West in un film divertente anche se le sparatorie e i morti non mancano. Già all'inizio assistiamo ad un assalto alla diligenza in perfetto stile western con i nostri due simpatici lestofanti che le suonano ai banditi tra i quali un caratterista del calibro di Jack Elam se ne va subito al Creatore. Peccato! Tuttavia il cast è così ricco che non facciamo in tempo a dispiacercene più di tanto. C'è il cattivo Charles Bronson che nei crediti iniziali viene evidenziato come tale e poi ci sono loro, Dean Martin e Frank Sinatra nei panni dei buoni e che dire delle "bone", Ursula Andress splendida nei suoi 27 anni e la formosissima Anita Ekberg. Insomma come si dice "mai porre limiti alla Provvidenza" e questo film ne è veramente provvido sia come cast che come interni perfettamente ricostruiti, dal ristorante di classe al lussuoso battello fluviale per passare agli abiti di scena particolarmente curati. La storia è semplice e ruo…

Professione assassino

Immagine
Jason Statham è uno dei migliori interpreti dei film d'azione e quando lo vedete nel cast è sinonimo di qualità e potete andare a colpo sicuro al cinema, sempre che siate amanti del genere. Qui è Arthur Bishop un sicario abilissimo per risolvere problemi in maniera pulita e tale da farli sembrare incidenti o suicidi o improvvisi malori. In codice lui è il Meccanico e lavora per Dean che provvede a procurargli lucrosi contratti in giro per il mondo. Quando Dean lo incarica di uccidere il socio Harry per presunto tradimento in una vecchia operazione andata a male, lui ha un lieve tentennamento. Il vecchio Harry McKenna è immobilizzato su una sedia a rotelle ed è stato il suo mentore, colui che l'ha addestrato e ha creduto in lui. Tuttavia Arthur non esita e lo uccide in un faccia a faccia leale e dopo aver cercato di chiarire le colpe a lui addebitate. Il vecchio ha un figlio scavezzacollo, Steve, e Arthur che lo conosce per le confidenze fatte dal padre che lo definiva un ragaz…

Per una bara piena di dollari

Immagine
Demofilo Fidani dirige ancora Jeff Cameron che a mio avviso è stato uno dei migliori interpreti del genere e lo sto scoprendo e celebrando purtroppo postumo. Goffredo Scarciofolo era il suo vero nome e si è segnalato per doti acrobatiche e una presenza fisica di tutto rispetto. Qui è George Hamilton, reduce di guerra, che al suo ritorno ha trovato la fattoria distrutta e i suoi fratelli uccisi. Sul posto il fedele servitore negro Sam che non ha potuto fare altro che seppellirli ma che ha anche rinvenuto un orologio che non apparteneva a nessuno dei fratelli e quindi con tutta probabilità è stato perso dagli assassini. Da quel momento il suo unico scopo è la vendetta e facendo suonare la musichetta particolare dell'orologio cerca i responsabili dell'omicidio nella speranza che qualcuno sappia riconoscerla e dare un nome al proprietario. Nella sua ricerca arriva ad imbattersi in appartenenti alla banda e col nome temuto di Nevada Kid ne elimina parecchi. Si allea anche con un ve…

Il cavaliere misterioso

Immagine
Bellissimo film di avventura e cappa e spada che nulla ha ad invidiare ai coevi made in Hollywood. Dalla sua un grande interprete come Gassman, un personaggio conosciuto in tutto il mondo come Casanova, donne bellissime in costumi stupendi e ottima ricostruzione di interni e vita di corte con gli splendidi esterni innevati del Parco Nazionale d'Abruzzo a completare un'opera che si apprezza anche oggi. La trama è semplice e veloce e non mancano colpi di scena e suspense ad aumentare la tensione emotiva nello spettatore. Poi c'è il gotha del doppiaggio femminile e maschile del periodo e riascoltare quelle mitiche voci fa sempre piacere. In breve la storia che vede il nostro Casanova, esiliato e sulla cui testa pende una taglia, tornare a Venezia per tentare di salvare suo fratello Antonio, incarcerato e accusato di aver rubato una lettera compromettente della Dogaressa e in grado di scuotere i delicati equilibri politici europei. Giacomo, corrompendo una guardia, riesce ad …