Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2012

Vita da cani

Immagine
Mediometraggio geniale sulla difficile arte della sopravvivenza in una società profondamente prostrata dalla crisi economica e dove la fame rende gli uomini simili ai cani. Come loro costretti al randagismo e a contendersi il cibo se non fosse per la presenza della legge che nelle vesti del solerte poliziotto cerca di mantenere il più possibile l'ordine. Il vagabondo dorme rannicchiato in in angolo cercando di far fronte come può ai tanti spifferi d'aria gelida che un malandato steccato non può certo contenere. Dall'altro lato un bastardino riposa come l'uomo ma con la consolazione almeno di rosicchiare una vecchia scarpa. Le loro strade si uniscono quando l'omino deve scappare dal poliziotto che l'ha sorpreso nel tentativo di rubare un salsiccia e il cagnetto dal branco di cani più grossi che lo minacciano. Arrivano in una locanda dopo essersi rimpinzati ai danni di uno strabico venditore ambulante di salumi e danno vita ad una serie di gags esilaranti. Nel l…

Arizona si scatenò ... e li fece fuori tutti

Immagine
Arizona Colt, classico anti eroe, vive col compare Doppio Whisky, il cui nome la dice lunga sulla sua "filosofia di vita", ai margini della società come un hippy antesignano. Non si cura dell'aspetto e ama starsene in disparte dagli esseri umani venendo mantenuto, col suo inseparabile amico, a whisky e viveri da un signorotto del luogo. Costui, Moreno, se lo tiene buono per farsi difendere dai tanti malviventi che vorrebbero depredarlo dei suoi averi e in questo non sbaglia perché Arizona è il più svelto con la pistola. Ma quando scopre di avere una taglia sulla sua testa per una testimonianza falsa che lo accusa di una razzia con diversi morti si vede costretto a rimettersi in moto per dimostrare la sua innocenza. Tra l'altro è tornato in circolazione una sua vecchia conoscenza, il pericoloso bandito Kean che è la probabile causa del complotto ordito contro di lui. Questi e la sua numerosa banda assaltano il ranch di Moreno e gli sottraggono due casse piene d'or…

Sangue misto

Immagine
Siamo in India nel 1947 poco prima del ritiro delle truppe inglesi per il previsto e non più derogabile passaggio di consegne da parte dell'Amministrazione Britannica a favore di una piena e definitiva autonomia dell'India. Tuttavia il paese è scosso da tensioni drammatiche tra fazioni, le più diverse tra loro, e in parte in lotta per il potere. Da un lato il Partito del Congresso di ispirazione Gandhiana guidato dal leader pacifista Surabhai in contrasto col movimento comunista guidato da Ghanshyam che pratica la guerriglia e l'uso delle armi in attentati e sabotaggi. Poi tutta una serie di religioni, caste e credenze popolari radicate nel paese da millenni e dove una antica religione, quella dei Sikh, vuol prepotentemente tornare in auge. In questo contesto, difficile e drammatico si trova ad operare il Colonnello Rodney Savage con una squadra di fucilieri e coadiuvato dalla bella Victoria Jones, ufficiale del corpo ausiliarie di sangue misto. E' proprio la sua figu…

Il fantasma galante

Immagine
Commedia fantastica e lieve come la neve quando cade e la guardi incantato dalla finestra. Così si può tranquillamente guardare questo film di uno dei maestri del cinema che risponde al nome di René Clair. Murdoch, nel doppiaggio italiano Baldo, Glourie morto in battaglia da codardo è condannato dal padre a vagare per l'eternità nel suo castello scozzese fin quando non costringerà in ginocchio un discendente della famiglia rivale dei McLaggen a pronunciare la frase: "Un solo Glourie può bastonare venti McLaggen". E così ad ogni rintocco della mezzanotte egli appare nel suo castello alla ricerca di un possibile rivale e il tutto tra l'indifferenza, o quasi, dell'attuale squinternato proprietario e della sua arcigna e sdrucita governante. Questi, Donald Glourie, qualche secolo dopo è alle prese con una torma di creditori agguerriti che vogliono veder saldati i propri conti che ormai ammontano alla considerevole cifra di circa 6 mila sterline. L'occasione gli …

I lunghi giorni della vendetta

Immagine
Non è certo per il fatto che questo, come molti altri del genere spaghetti-western, sia amato da Quentin Tarantino che l'ha perfino citato nel suo Kill Bill, a farlo apprezzare maggiormente. Anzi rivisto senza alcun tipo di influenza di critica o spettatori, come in genere faccio (o quasi), arrivo facilmente a concludere che trattasi di un ottimo western. A partire dal regista, dai personaggi, alcuni dei quali di assoluto rilievo, per finire con gli ottimi esterni di Almeria in Spagna e la cura sia degli interni che dei costumi che sembrano calzare a pennello a interpreti e caratteristi. C'è pure il treno della Well's Fargo a impreziosire la pellicola. Ted Barnett è stato ingiustamente accusato di omicidio e condannato a 30 anni di galera. Gli hanno ucciso anche il padre e quando evade i veri responsabili debbono preoccuparsi della sua vendetta. A cominciare dal corrotto Sceriffo Douglas, esecutore materiale dell'omicidio per arrivare al suo padrone Mr. Cobb che traff…

Arriva Jesse James

Immagine
Milford Farnsworth, per tutti Evaristo, è un assicuratore della compagnia newyorkese Plymouth Rock Insurance Co., talmente sciocco e incapace da aver stipulato negli ultimi tempi solo una polizza ad una vecchia di 96 anni che per fortuna della sua Compagnia era spirata poco prima della visita medica di prassi. Sta per essere licenziato quando gli capita una imprevista fortuna mentre fa colazione al bar e prova a rifilare l'ennesimo contratto al barista per nulla convinto. Un distinto signore, sentendo il discorso lo avvicina e gli propone di assicurarsi per una somma di 100 mila dollari versando il relativo premio di circa un terzo in contanti. Per non perdere l'affare Evaristo in preda a comprensibile euforia contatta un suo vecchio amico medico per disporre subito del certificato di idoneità prima che lo sconosciuto cliente se ne vada. Il premio per la sua eventuale dipartita dovrà essere versato alla futura moglie, una ballerina di nome Cora Lee Collins. Fiero dell'affa…

Uccidi o muori

Immagine
Dalla pletora di pseudo dei titoli iniziali si ha l'impressione di stare per assistere a uno "spaghetti" minore. A cominciare dal regista Tanio Boccia che si firma Amerigo Anton per passare all'interprete principale, un improbabile Robert Mark che cela un altrettanto fantomatico Rod Dana per passare per Albert Farley che nasconde il ben più noto Alberto Farnese. Ma la brutta impressione iniziale svanisce subito con le belle musiche di Carlo Rustichelli e con una trama semplice ed efficace. Gli interni e gli esterni molto curati compresi gli abiti di scena ne fanno senz'altro un più che buon prodotto. Il pistolero Ringo stanco di doversi misurare col primo che passa in cerca di fama, tenta di rifarsi una vita con un nuovo nome e girando disarmato si guadagna da vivere suonando il violino nei saloon dove il suo vagabondare lo porta. Capita nel posto sbagliato dove due famiglie, i Griffith e i Drummond, sono in lotta tra loro e viene tirato in ballo dal giovane Spo…

Luci della ribalta

Immagine
Calvero è un uomo disilluso dalla vita ma fermamente convinto che essa merita di essere vissuta fino in fondo in qualunque parte del  "copione" che essa ha ad ognuno assegnato. Che sia animale o vegetale o semplice sasso, del resto si rimarrà tutti dei dilettanti giacché è troppo poco il tempo che abbiamo a disposizione per diventare degli ottimi interpreti. Lui è un clown sul viale del tramonto e non riesce più a divertire il pubblico come un tempo e quando salva dal suicidio una giovane ballerina, egli si prodiga in tutti i modi per farle capire che non c'è nessuna ragione al mondo per compiere un simile gesto. Col tempo, disinteressatamente e con tanta pazienza e affetto riesce a farla tornare sul palcoscenico dove Tereza, la sua Terry, raggiunge un insperato successo di pubblico e critica. Per lei sono finiti i tempi brutti della sua adolescenza da orfana con una sorella che per mantenerla era costretta a prostituirsi e tutto il merito è di Calvero. Di lui si innamor…

La collina degli stivali

Immagine
Giuseppe Colizzi ha avuto il merito di mettere insieme la coppia più popolare e redditizia del cinema italiano e con questo film conclude la sua personale trilogia del west ritagliandosi uno spazio meritato nella storia del genere che ebbe tanto successo in Italia e all'estero e che dovrebbe a mio avviso essere in larga parte rivalutato. Cat Stevens è ferito e braccato dagli uomini di Finch che al servizio dello spregiudicato Fisher dettano legge in uno sperduto angolo del paese terrorizzando una comunità di minatori per costringerli a cedere le loro concessioni minerarie. Trova rifugio presso un circo itinerante dove viene curato ed ha modo di allearsi con l'atletico Thomas, un acrobata di colore al quale gli uomini di Finch hanno ucciso per spregio e disprezzo il giovane aiutante, partner sul trapezio e amato come un figlio nella vita. I due si recano dal vecchio compagno di Cat, il burbero Hutch che si è ritirato in riva al lago con un giovane apprendista e vivono in santa …

Sherlock Holmes di fronte alla morte

Immagine
Il dott. Watson sta prestando le sue cure nel vecchio Maniero dei Musgrave trasformato in ospizio e luogo di riposo per vecchi militari in pensione o reduci dai traumi della guerra. In paese se ne dicono di cotte e crude su questo antico e tetro castello, ad esempio che il fantasma di Lady Clarinda passeggia per l'ala occidentale in notti tempestose emettendo lamenti quand'anche luce fioca, mentre una volta una cameriera raccontò di aver visto il fantasma di Sir Gerard Musgrave con la testa girata all'indietro, ma era una ragazza un po’ vanesia, molto sciocca, al massimo come dicono. E quando il Dr. Sexton, aiutante di Watson, sostiene di essere stato aggredito mostrando al collega una ferita da taglio vicino alla gola, il nostro convoca d'urgenza Holmes che arriva giusto in tempo per constatare la morte del più grande dei fratelli Musgrave, Geoffrey, ucciso davanti alla serra e sepolto con foglie secche. La sera prima aveva litigato con il Capitano Vickery, un americ…

Super 8

Immagine
Gei Gei Abrams dirige questo film in omaggio al suo maestro e mentore nonché co-produttore Steven Spielberg, riportandoci ai tempi di E.T. ma al posto di "telefono, casa" questo è molto più tosto, imbestialito e decisamente più grosso e mostruoso anche se al suo interno c'è un cuore tenero. Del resto c'è da capirlo poveretto, è naufragato con la sua navicella sul nostro pianeta, è stato catturato e internato in un laboratorio militare segreto e fatto oggetto di ogni tipo di esperimento, comprese biopsie e naturalmente è super arrabbiato con gli esseri umani visti come torturatori. Lui vuole solo rimettere insieme i pezzi della sua astronave per tornarsene a casa e l'occasione propizia si presenta quando un professore di biologia, che ha studiato l'alieno e ne ha appreso dopo un brusco incontro ravvicinato, le reali intenzioni, decide di immolarsi per liberarlo durante un suo trasferimento in un treno militare. Col suo pick-up si para davanti al treno in veloc…

Gli avventurieri di Plymouth

Immagine
Il viaggio avventuroso e abbondantemente romanzato della Mayflower e dei Padri Pellegrini considerati i fondatori della moderna nazione americana. Dissidenti religiosi e mal visti in patria avevano venduto tutti i loro averi per rifarsi una vita nel cosiddetto Nuovo Mondo, nonostante i noti pericoli rappresentati da bestie feroci e bellicosi indigeni. Spencer Tracy è un magistrale Capitano Christopher Jones, solitario e in apparenza misogino disprezza come i suoi marinai quella gente che considera pazza a portarsi dietro bambini e donne in un viaggio così difficoltoso di sé senza contare il futuro incerto una volta arrivati in America, oltre al fatto che diffida per quella strana religione che ha preso le distanze dalla Chiesa d' Inghilterra. Insomma non lesina rimproveri e i modi bruschi con loro sono la prassi quotidiana. Ma nella dura traversata del dicembre 1620 avrà modo di apprezzarne le doti umane e la volontà di reagire ad ogni avversità, dono questo che attribuiscono all…

Guadalcanal ora zero

Immagine
L' Ammiraglio William "Bull" Halsey, scampato per avaria della sua nave al largo di Pearl Harbour al proditorio attacco giapponese è più che mai deciso a mandare all'inferno quanti più giapponesi possibili. Si è già distinto in varie operazioni e quando prende il comando delle forze navali del Sud Pacifico si trova a contrastare un nemico assai più numeroso, armato e motivato. Guidato dal super ammiraglio e stratega Yamamoto, lo stesso che aveva ordito il micidiale attacco di Pearl Harbour anche se contrario a "risvegliare il gigante che dorme" ma costretto a farlo dal suo Alto Comando. Yamamoto sta per prendere definitivamente l'isola di Guadalcanal, snodo centrale e teatro di aspri combattimenti tra i due eserciti e da lì avrà via libera fino in Australia. Ha già predisposto un piano di resa da sottoporre agli americani ma Halsey non è tipo da arrendersi facilmente e pur in gravi difficoltà logistiche e inferiorità di mezzi ed uomini riesce a fermare…

Ci risiamo, vero Provvidenza?

Immagine
Castellano e Pipolo celebre coppia di registi, sceneggiatori oltreché autori di tanti varietà televisivi di successo, sono gli autori e sceneggiatori di questo simpatico e divertente film diretto da Alberto De Martino. Ma il vero protagonista è l'eclettico e bravissimo Tomas Milian, al quale il blog in seduta plenaria ha dedicato una etichetta apposita, e che veste per la seconda volta i panni dello stralunato Provvidenza, una sorta di Charlot per quanto riguarda l'abbigliamento e un Ispettore Gadget antesignano per quanto concerne la nutrita serie di congegni che nasconde negli abiti o nella improbabile roulotte-locomotiva con la quale si muove per gli sterrati dell'assolato West. Stavolta è innamorato della bella Pamela e deve aiutare suo padre a saldare un debito d'onore di ben 500 mila dollari contratto col perfido capitano Burton per evitare che lei gli vada in moglie come pegno. Provvidenza dai modi affettati, coadiuvato dal burbero dal cuore tenero Hurricane Kid

Massacro al Grande Canyon

Immagine
Wess Evans torna ad Arriba Mesa dopo un anno di caccia alla famigerata Banda Slade culminata con l'eliminazione di tutti e sei i componenti. Era lo sceriffo del paese come lo fu suo padre e al ritorno trova l'amico Burt Cooley che ne ha preso il posto in sua assenza e che vuol festeggiare l'avvenimento con una bevuta con i principali notabili del paese. In sua assenza si è scatenata una violenta faida tra le famiglie Dancer e Whitmore per il possesso di alcuni terreni che i Dancer rivendicano in quanto ceduti dalla madre abbindolata, secondo loro, dagli odiati Wihtmore. A nulla sono valsi i loro ricorsi presso i vari tribunali della contea per annullare il contratto e allora hanno deciso di riprendersi le terre assoldando una banda di sicari. Wess vorrebbe godersi un periodo di meritato riposo ma la sua ragazza Nancy, credendolo morto come del resto tutti in paese, aveva nel frattempo sposato il figlio maggiore dei Dancer: Rudy. Si vedrà costretto ad affiancare l'amico…

Samoa

Immagine
Avere 50 anni nel secolo scorso significava apparire decisamente vecchio e anche Gary Cooper che in questo film ne aveva 52 non fa eccezione. E' stanco e inespressivo al punto da sembrare molto più avanti negli anni e negli acciacchi. La storia è di quelle che appassionavano allora come oggi, il titolo originale "Ritorno in Paradiso" in luogo del più laconico Samoa col quale è uscito in Italia, evocava luoghi e situazioni idilliache. Ed è proprio in questo luogo, l'isola samoana di Upolu (Matarana nella finzione), che sbarca il vagabondo Morgan in cerca di pace o in fuga da qualcosa che mal si concilia con le ferree leggi religiose imposte sull'isola dal Pastore protestante Corbett. Costui ha sostituito suo padre missionario morto nell'isola ed ha nel tempo stabilito regole di vita ben precise agli indigeni, inibendone la naturale tendenza a vivere seminudi e abbandonarsi già dalla tenera età a relazioni sessuali. Vede il peccato ovunque e obbliga tutti a pr…

Il covo dei contrabbandieri

Immagine
Fritz Lang da maestro qual' è ci regala questo bel film d'avventura e mistero adattando un bel romanzo di J.M.Falkner che ci ricorda tanto Charles Dickens e i suoi Oliver Twist o David Copperfield. Il protagonista è infatti un ragazzino, John Mohune, che si presenta ad un signorotto di un paesino sulla Manica, inviato da sua madre affinché ne abbia cura. L'affettato Jeremy Fox, sotto i cui panni eleganti si nasconde un avventuriero senza apparenti scrupoli, è sulle prime assai restio ad accogliere il ragazzo, che tra l'altro porta il nome degli antichi proprietari del luogo dove adesso lui vive, ma decide di aiutarlo mandandolo a studiare lontano da quel posto. E' evidente che qualcosa di importante deve esserci stato tra lui e sua madre e il sospetto che possa essere suo figlio inizia a serpeggiare nello spettatore. Il ragazzo fugge dalla carrozza che lo stava conducendo all'istituto e ritorna dal signor Fox e la sua caparbietà è tale che conquista l'uomo …

Amici di ... letti (2002)

Immagine
Due coppie partono per un viaggio aReno nel Nevada. Candy (Charlize Theron) è figlia di un ricco produttore di cibo per gatti, dove lavora il marito Roy (Patrick Swayze) imbranato, coglioncello e per non farci mancare nulla pure cornuto, visto che la moglie se la fa con il suo migliore amico Lonnie (Billy Bob Thorton) pittoresco venditore di auto sposato con l'algida Darlene (Natasha Richardson). Il viaggio si svolge in stile tipicamente  americano:  SUV, birre in mano, colazioni da schifo per lo stomaco di uno sano di mente e ristoranti e motel kitsch. Arrivati a Reno (la più grande piccola città del mondo?) affittano una suite da mille e una notte, in stile narcotrafficante colombiano in trasferta. E qui si scopre che Candy è incinta ma il marito Roy è sterile e si scopre (da uno sguardo ...) la tresca tra la stessa Candy e Lonnie. E qui inizia il melodramma, ma non in maniera latina come ci si aspetterebbe, ma solo timidi pianti, tanto parlare ed alla fine dopo essere andati a v…

I Tre Moschettieri

Immagine
Forse il più bello in assoluto dei tanti film ricavati dal romanzo di Dumas padre, almeno per quanto riguarda la resa che l'aitante ballerino Gene Kelly fa del guascone spadaccino D'Artagnan. La sua agilità nei duelli saltellando tra mobili, tendaggi, scale, balaustre fino ai rami degli alberi resteranno per sempre nella memoria. Anche perché non dimentichiamo che in quegli anni la computer grafica non c'era e i trucchi davvero pochi e se pensiamo che è stato girato interamente in America ricreando alla perfezione le scene di corte come degli esterni franco-inglesi che gli valsero la nomination all'oscar per la fotografia nel 1949 ecco che il film entra di diritto nella storia del cinema. La storia che vede il nostro D'Artagnan entrare in maniera più che dirompente nel corpo dei Moschettieri fedeli al re, arrivando a Parigi dalla lontana campagna di Guascogna e capace in poco tempo di scombussolare l'ovattata vita di corte e i piani diabolici dell'astuto C…

Il terrore dell’ Oklahoma

Immagine
Gustosa parodia western ben diretta dal regista Mario Amendola che ne cura anche soggetto e sceneggiatura. A Rio Placido le cose non vanno molto bene a causa delle continue scorrerie di Duke Travis e la sua banda che ha scoperto che nel sottosuolo del paese si trova una ricca vena d'oro e vuole impossessarsene scacciando tutti gli abitanti. Per ora si limita solo a impaurirli sparando all'impazzata per le vie, bevendo a scrocco nel saloon dove sono molto interessati alle ragazze che vi lavorano. Ma ben presto scatterà l'ultimatum e tutti dovranno sloggiare se non vogliono finire ammazzati. Così, visto che in paese c'è uno sceriffo che ha paura perfino della sua ombra, alcuni notabili decidono di assoldare Clay Norton da tutti conosciuto come "il terrore dell'Oklahoma" al quale aggiunge anche il non meno eloquente nomignolo di "vice terrore del Texas", segno evidente, quest'ultimo, che in Texas c'è chi è ancora più spietato di lui. Ma a …

È permesso Maresciallo?

Immagine
Un affresco gustoso di un Italia tipicamente rurale del dopoguerra con il paesino sperduto del centro Italia, la gente semplice, le persone di riferimento nel sindaco e la sua giunta, il maresciallo dei carabinieri di fresca promozione e il bar come centro di aggregazione. Manca il parroco ma ne fa più che degnamente le veci il notaio con una personale lotta all'immoralità e alla facilità di costumi che l'arrivo della procace Carmelina, una splendida Giovanna Ralli, ha portato in paese. Lei è stata assunta da Percuoco, Peppino De Filippo, un muratore arricchitosi in Francia e tornato in paese per sistemarsi. Carico di soldi e non più giovanissimo è seriamente invaghito della giovane barista Maria che naturalmente lo respinge essendo a sua volta innamorata dell'imbranatissimo Maresciallo della locale stazione dei Carabinieri. Percuoco per farla cedere ha aperto un bar ultra moderno con tanto di Juke-box nella stessa piazzetta e ha assunto la bellissima Carmelina come camer…

Un mercoledì da leoni. (1978)

Immagine
Quattro grandi mareggiate che colpiscono la California nel 1962, 1965, 1968 e 1974, segnano le vicende di un gruppo di surfisti, che da ragazzi ribelli si ritrovano uomini passando, anche, per il dramma del Vietnam. Film di culto, ma non solo, per gli amanti del surf.



La grande mareggiata da sud, estate 1962. Dei tempi passati ricordo un vento che soffiava attraverso i canyons, era un vento caldo chiamato Santana che portava con sé il profumo di terre tropicali. Aumentava di intensità prima del tramonto e sferzava il promontorio.
(Voce narrante)



Un amico serve quando hai torto. Quando hai ragione non ti serve a niente. 
(Bear a Matt)



Tu ti droghi con il pop-corn! 
(Leroy a Jack)



Le estati passavano rapidamente, e spesso non lasciavano traccia. Forse ricordo meglio gli autunni e le altre stagioni. 
(Voce narrante)



Mi faccio tagliare le palle se bevo ancora. 
(Matt ubriaco, prima scena)



"E' arrivato il grande giorno. 
L'avevamo aspettato tanto."