Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2012

London river (2009)

Immagine
Mrs. Sommersè una vedova che conduce una vita tranquilla su di un’isola del canale della Manica. Le sue giornate sono scandite dal ritmo della sua fattoria: coltivare la terra, allevare gli animali. Suo marito era in marina ed è morto durante la guerra delle Falkland. Ousmaneè un africano che vive in Francia dove lavora nel servizio forestale, in particolare si occupa degli olmi, che stanno morendo in quasi tutta europa. Mrs. Sommers ha una figlia Jane, che studia a Londra. Ousmane ha un figlio,che non vede dall’età di sei anni e pure lui studia a Londra. Londra, 7 luglio 2005, attentati terroristici sconvolgono la capitale brittanica: esplodono delle bombe sui mezzi pubblici causando parecchie vittime. Mrs. Sommers non riesce a mettersi in contatto con la figlia ed allora decide di recarsi a Londra e cercarla. Ousmane viene avvertito dalla moglie, che vive in africa, che da dopo gli attentati il figlio non ha più dato notizie; parte anche lui alla volta di Londra alla ricerca del figlio. A …

Countdown dimensione zero

Immagine
Un film che mi ero ripromesso di vedere dopo essere stato impressionato dal trailer e che per non so quale ragione avevo perso. La fortuna ha voluto che mi capitasse di leggere i programmi TV de La7 e così ho potuto registrarlo e vederlo con comodo in serata. La storia del resto era di quelle intriganti assai, la portaerei Nimitz col suo devastante potenziale bellico proiettata nel bel mezzo dell'attacco a Pearl Harbour da parte dei giapponesi. Molto furbescamente il trailer ci aveva illuso di scontri aerei tra i caccia Zero e gli ultra moderni Tomcat della marina statunitense. Uno già si pregustava uno spettacolo mozzafiato e la giusta punizione dei giapponesi per il loro proditorio attacco a tradimento. E chi se ne fregava della storia tanto era un film  il cui scopo era solo quello di avvincere il pubblico per un paio d'ore e poi il tutto poteva essere sempre catalogato come fantasy o fantascienza con buona pace di tutti e della Storia soprattutto. Poi c'era Kirk Dougl…

Dylan Dog

Immagine
Niente di nuovo da segnalare in questo film, o meglio, che i più celebri fumetti della Bonelli sono di difficilissima trasposizione cinematografica, al contrario magari di quelli della nota DC Comics. Era già successo con Tex nel 1985 affidato addirittura a Giuliano Gemma, un top interprete del genere western italiano e miglior sorte non tocca a questo Brandon Routh senz'altro meglio nelle vesti di Superman. La storia, che esula da qualsiasi episodio della serie a fumetti fin qui pubblicata, vede il nostro muoversi in una New Orleans popolata da morti viventi, lupi mannari e vampiri perfettamente integrati nel quotidiano dei cosiddetti "respiranti". Pur riluttante il nostro eroe, che mantiene nel film i suoi abituali abiti, è costretto ad intervenire per sedare una guerra all'ultimo sangue tra le suddette squadre di mostri ma risulta troppo muscoloso e poco in linea col personaggio ideato da Tiziano Sclavi. Quest'ultimo, citato nel film, viene rappresentato come…

Dinamite Jim

Immagine
Più paella che spaghetti in questo western che vede un protagonista del tutto inadeguato in Luis Davila, argentino di nascita e a metà strada tra un Peter O'Toole e un Gary Cooper. Come somiglianza fisica dico, non vi scaldate! Non certo come attore e qui in uno dei più bislacchi ruoli mai visti in film del genere: pistolero, giocatore d'azzardo, donnaiolo, ladro, onesto e gentiluomo. Diciamo un tuttologo del west con risultati assai modesti in un contesto di ambientazione generale, tra interni ed esterni, più che apprezzabile.
Il nostro "eroe" viene scambiato per una guida civile incaricata di trasportare un carico d'oro acquistato dai nordisti in Messico attraverso le linee nemiche sudiste. E' naturale che quel carico fa gola a tutti, sia a chi l'ha venduto e che vuol riprenderselo, sia ai banditi messicani di Pablo Reyes e anche ai sudisti ovviamente. A Los Alamos in Texas avviene la frittata, complice la bella Rosalba Neri che si fida dello stranier…

Bird (1988)

Immagine
Clint Eastwood ci racconta la storia del sassofonista jazz Charlie Parker, interpretato da uno straordinario Forest Whitaker. Più che un film biografico, è un tributo al genio ed alla musica che Eastwood ha sempre amato e che vedeva in Parker la sua massima espressione. Parker morì giovane, 35 anni, dopo una vita devastata dagli eccessi dell’alcol e della droga. Film che si distingue per un uso abbondante, forse anche eccessivo, di flash back. Colpiscono le atmosfere notturne e cupe, l’habitat ideale per il sassofonista Parker. Film che è stato amato/odiato dai culturi del jazz in senso stretto, in quanto ritengono che si sia “pulito” troppo il suono e lo si abbia cosi snaturato.
Rimane il fatto che a me ha dato l’impressione di un gesto d’amore carico di poesia di un un fan al suo idolo scomparso. Vi consiglio di guardarlo nel silenzio della notte come ho fatto io ... buona visione.


Red

Immagine
Retired Extremely Dangerous. Questo è il significato dell'acronimo che da il titolo a questo brillante action-movie generazionale. Mi sia passato il termine, generazionale, perché il film basa tutta la sua storia su questo bizzarro conflitto tra giovani agenti dei servizi contrapposti a questa strana, ma efficientissima, squadra di vecchietti ex-agenti pensionati. Per eliminare traccia di vecchi crimini commessi a danno della popolazione guatemalteca, il vice presidente degli Stati Uniti, con mire di elezione alla massima carica, all'epoca dei fatti giovane ufficiale e responsabile di un massacro di civili, ha scatenato i servizi sulle tracce dei componenti dell'unità speciale che lo trasse in salvo in quell'occasione. E quando tocca a Frank Moses, che passa il tempo a telefonare ad una giovane segretaria dell'ufficio pensioni e con la quale ha allacciato una platonica relazione solo verbale, la squadra inviata e armata di tutto punto viene annientata e non ne rima…

I fratelli Kelly

Immagine
La curiosità era rappresentata prima di tutto dal protagonista Mick Jagger, icona del rock mondiale e tanto istrione e bravo sul palco da cantante quanto insulso e improbabile come attore. O meglio come interprete di uno dei personaggi più famosi nella storia del banditismo mondiale, quel Ned Kelly della omonima banda resa famosa più che altro da quelle strane corazze di ferro con le quali si illudevano di fermare i colpi d'arma da fuoco della polizia. Ned sognava un libero stato di Victoria  e invece è morto impiccato nel carcere di Melbourne e proprio da qui parte il film. Ripercorrendo la sua breve vita, raccontata dal regista come una ballata popolare, con canzoni in sottofondo a lui inneggianti vediamo svolgersi gli avvenimenti. Dopo un periodo di carcere per ingiuste accuse, in un contesto di lotta sociale tra latifondisti inglesi e piccoli coloni irlandesi in una riproposizione della rivalità tra i due schieramenti aldilà dell'oceano in terra australiana. Oppressi anch…

Oggi a me ... domani a te!

Immagine
Cinque lunghi anni di prigione passati ad esercitarsi con una rudimentale pistola di legno in attesa di una vendetta a lungo agognata. Bill Kiowa è stato accusato ingiustamente di una rapina compiuta da James Elfego che gli ha pure violentato e ucciso la giovane moglie indiana della tribù Kiowa. Bill la amava a tal punto da portarne orgogliosamente il nome della sua gente accanto al suo e oggi è finalmente libero e può saziare la sua sete di vendetta. Ma Elfego è diventato molto forte e spietato ed ha messo insieme una banda di Comancheros composta dai peggiori delinquenti, rinnegati dell'esercito e qualche indiano. Così assolda 4 uomini per porre fine al rivale e alla sua sanguinaria banda. Il corpulento O'Bannion, il giocatore d'azzardo Colt Moran, il donnaiolo Bunny Fox e lo sceriffo Jeff Milton, tutti veloci di pistola con l'ultimo che invece preferisce un winchester a canne mozze. Per Elfego i giorni sono contati e conoscendo la tattica dei Comancheros, Bill li a…

FRANCOFILM al via a Roma

Immagine
AL VIA DOMANI
FRANCOFILM 

FESTIVAL DEL FILM FRANCOFONO DI ROMA
III EDIZIONE – INGRESSO GRATUITO 

Inaugurazione con il concerto di AkliD e il film libanese E ora dove andiamo?, di Nadine Labaki
Al via domaniaRoma,dal16 al 23 marzo 2012, per il terzo anno consecutivo, ilFrancofilm - Festival del Film Francofono di Roma,che presenta – aingresso gratuitofino ad esaurimento posti - il meglio della recente cinematografia proveniente dai Paesi francofoni di tutto il mondo presentati da registi e interpreti. Organizzato dall’Institut Français - Centre Saint-LouisdiRoma, presso cui si terranno le proiezioni e gli incontri (Largo Toniolo 21 -22), il festival presenterà una variegata selezione di pellicole – in gran parte inedite in Italia -  provenienti dai Paesi aderenti all’OIF–l’Organizzazione Internazionale FrancofoniaqualiBelgio,Ungheria, Marocco, Lussemburgo,CanadaQuebec,Romania,Svizzera,ma ancheSenegal, Libano,Haiti, Ciad,FranciaeSlovacchia.
L’inaugurazione del festival, domani – venerdì 16 ma…