Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2011

Artisti e modelle

Immagine
Commedia brillante e musicale condita di gags a raffica da una delle coppie più amate al cinema. In un America felice e spensierata del dopoguerra due squattrinati, in fuga dal paesello, cercano di far fortuna nella Grande Mela. Rick (Dean Martin) è un pittore e il suo inseparabile amico Eugene (Jerry Lewis) aspira a scrivere libri per ragazzi ma è un divoratore di fumetti horror e fantascienza. La sua fantasia sopperisce alle scarse possibilità che la loro misera e improvvisata esistenza offre e quelle scatole di fagioli, che quotidianamente son costretti a mangiare, per lui diventano anche bistecche succulenti se condite con l'immaginazione. Cosa che rende Rick invece alquanto scontroso e sul punto di lasciarlo se non fosse per l'estrema tenerezza che il fanciullo rinchiuso nel suo amico sa emanare. E le cose migliorano quando nel loro palazzo arrivano come co-inquiline due belle ragazze: l'una disegnatrice, Abigail (Dorothy Malone) e l'altra modella, Bessie (una st…

L’uomo nell’ombra

Immagine
Di bello c'è tutta l'ambientazione in stile "american gothic" in una stupenda "Martha's Vineyard" che nella realtà è invece isola turistica di fronte alle coste del Massachussets e meta costante di visite e gite. Polanski la rende lugubre e solitaria per ambientare questo giallo politico che coinvolge un ex ministro del governo britannico in quel territorio americano che prende il nome di New England. Lui, Adam Lang, vive in una splendida villa con moglie, segretaria-amante e varie guardie del corpo unite a personale di servizio. Nel suo mandato è stato accusato di aver consentito, in accordo con la CIA, rapimenti di sospetti terroristi in paesi ostili, portati poi con voli segreti in località ignote per essere torturati. Lui naturalmente nega tutto, anche se giustifica certi mezzi nei confronti dei nemici della democrazia ed ha scritto una biografia che deve essere "sistemata" da quel che si dice un "ghost writer", uno scrittore fa…

I quattro dell' Apocalisse

Immagine
Lucio Fulci, figura poliedrica dello spettacolo nazionale ha spaziato dalla canzone di successo come paroliere, al cinema comico del duo Franco e Ciccio, per passare al western e terminare la sua carriera con gialli e horror tanto da divenire regista cult del genere con tanti estimatori, non si sa bene se grazie a Tarantino o per proprie doti che francamente non riesco a cogliere. Ma il blog prima e il sottoscritto poi non hanno certo pretese di critici cinematografici, solo quelle di assidui spettatori appassionati e con qualche anno di visioni alle spalle. Intanto riesce difficile capire come questo film sia stato inserito in una retrospettiva qualche anno fa a Venezia, comprendente 32 film e dedicata al western nazionale, ma in genere è difficile comprendere il senso del Festival di per sé e questo ci porterebbe fuori strada.
Il film è senz'altro atipico, siamo quasi alla fine del genere e già in questo si avverte la "strada di sangue" che prenderà il regista che è po…

La banda dei Babbi Natale

Immagine
La scena più comica e dirompente del film è quando l'arcigna Maionchi chiede al trio chi di loro fosse "terrone" e all'indicazione del povero Aldo da parte degli altri due, gli molla una "pizza di quelle" senza proferir verbo. Per il resto, a parte la buona recitazione dei "comprimari", si assiste all'ennesimo tentativo del trio di lasciare qualcosa di degno da ricordare al cinema. Una commedia natalizia che vista nel periodo delle festività può far trascorrere un paio d'ore in serena spensieratezza, ma che rivista nel tempo lascia il tempo che trova. D'altronde non ho aspettato certo l' ottavo film della "ditta" per rendermi conto che sono estremamente godibili nel breve di uno sketch quanto per forza diluiti e ripetitivi nel "lungo" di un film. A poco giova nei loro film la presenza di sempre validi attori quando poi son loro a dettare i tempi e le battute di una comicità o meglio commedia che sembra sempre c…

Sherlock Holmes

Immagine
Un appassionato dei libri del grande investigatore creato da Conan Doyle storce parecchio il naso per lunghi tratti di questo film, non foss'altro per la resa dei protagonisti principali del tutto fuori dagli schemi tradizionali, ai quali la mitica coppia Basil Rathbone e Nigel Bruce ci avevano nel tempo abituato. Con eccezioni illustri di Peter Cushing e altri ma sempre rispettosi dei canoni a partire dal vestire con l'immancabile e caratteristico berretto. Downey Jr e Law sono bravissimi come attori ma assolutamente irriconoscibili negli storici personaggi. Entrambi troppo bravi e forti con armi e arti marziali da renderli più somiglianti a moderni agenti dei servizi speciali. E mentre il Dr Watson tutto sommato si attiene al personaggio, Sherlock è uno scavezzacollo con atteggiamenti che dall' eccentrico del suo personaggio, tracimano decisamente nel bizzarro. Senza parlare del fatto che il Dottore è fidanzato in questo film e mina fortemente l'armonia della coppia…

Ammazzali tutti e torna solo

Immagine
I titoli iniziali arrivano con 5 minuti di ritardo durante i quali si ha l'impressione che si tratti di un ottimo western made in Usa. Quel Chuck Connors che appare subito ti spiazza talmente che non riesci a comprendere il titolo tra i più ovvi del genere nostrano. Gli ambienti polverosi, le divise militari e i protagonisti non riconducibili ad altre pellicole ti lasciano parecchi dubbi. Ma poi Franco Citti, Frank Wolff e altri comprimari spazzano via ogni perplessità. Enzo G. Castellari confeziona un bel prodotto che da un lato riprende vecchi temi e dall'altro li colloca in un contesto credibile e ben costruito, con tanto di forti, prigioni e missioni diroccate che nell'infuocato deserto di Almeria in Spagna rendono alla perfezione l'idea del vecchio West. Siamo in piena guerra di secessione e il sud affida a Clyde McKay e ai suoi tagliagole, il compito di recuperare un consistente quantitativo di oro che servirà alla causa e che si trova in territorio nordista nas…

L' ultimo dominatore dell' aria

Immagine
Un film fantastico in tutti i sensi sia per il genere, fantastico appunto, che per la realizzazione sontuosa che con ampio uso di computer grafica e moderne diavolerie tecnologiche unite alle antiche movenze delle arti marziali orientali catturano lo spettatore fin dall'inizio e per quasi un paio d'ore ci si perde in questa bellissima avventura. Mai troppo violenta e mai troppo esagerata per un prodotto di questo tipo, che vede di fronte il Male e il Bene, qui rappresentato dalle eterne forze della natura, Terra, Acqua, Aria e Fuoco. I Dominatori sono in grado di usare tali forze, di compenetrarsi con esse e solo uno, l'Avatar, il prescelto è in grado di usarle tutte insieme. Aang è il nostro Avatar e impariamo subito ad amarlo per le sue doti di bambino prodigio e per una spiccata capacità recitativa nonché abilità nelle arti suddette.
Un Avatar si reincarna continuamente e nelle sue vite tiene legati i popoli delle 4 forze in pace e armonia. Ma lui non può avere una sua…

Django sfida Sartana

Immagine
Dal titolo uno si aspetta chissà quale epico scontro e invece si risolve tutto senza pistole e solo con i cazzotti. Il risultato è di parità e serve ai due contendenti per capire che il vero nemico da battere è un altro. Ma andiamo con ordine perchè il film pur non meritandolo ha tutto il diritto di essere passato per le armi. Django è fuori Tumbstone per porre fine alle malefatte del terribile Corvo, quando in città arriva Sartana con la sua triste fama di svaligiatore di banche. Mr. Singer, il banchiere del posto, incarica un suo dipendente di portargli una somma di 3.000 dollari affinché lasci la città e vada a divertirsi altrove. Sartana scaccia il giovane e rifiuta il suo denaro dicendogli che non ha mai svaligiato banche. Il ragazzo, Steve, è il fratello di Django e purtroppo per lui quel che succede in seguito sarà fatale. Viene ritrovato il corpo senza vita del banchiere Singer e la nipote, ricca proprietaria terriera, è stata rapita. Viene messa in giro la voce che prima di …

L' ammutinamento del Caine

Immagine
Il Caine è una bagnarola più che un cacciamine e il comandante DeVriess tollera uno stile di vita a bordo che esula da qualsiasi regolamento militare e in questo contesto più assomigliante ad un cargo con equipaggio barbuto e trasandato, che a una nave militare, si imbarca il giovane guardiamarina Keith, di famiglia agiata e fresco di accademia. Sulle prime è disgustato da quell'ambiente, ma la bonarietà del comandante e la sincera amicizia degli altri ufficiali riescono a farlo inserire in quel mondo completamente diverso da ciò che aveva appreso negli studi militari. L'avvicendamento del vecchio comandante col navigato Queeg fa precipitare la situazione a bordo. Costui impone una ferrea disciplina e si aliena tutto l'equipaggio abituato ormai al più completo lassismo anche se pronto e preparato nelle azioni belliche. E' il tenente Keefer, uno scrittore nella vita civile e a dir suo in grado di conoscere gli uomini, che per primo instilla negli altri ufficiali la tre…

Il ritorno di Ringo

Immagine
Il ritorno di Ringo è pari pari tratto dall'identico e più travagliato ritorno dell'eroe di Omero. Come Ulisse ha combattuto una guerra e come lui ha la moglie insidiata, non dai Proci ma dal più giovane dei fratelli Fuentes, Paco, che con i suoi scagnozzi ne usurpa la bella villa. L'intero paese è soggiogato dagli stessi, che non esitano ad ammazzare chiunque si opponga al loro dominio. E tutto perchè è stato trovato dell'oro nelle vicinanze che li ha richiamati lì dal confinante Messico. Ringo, pensa bene di camuffarsi da innocuo "peone" e di studiare un piano per rientrare in possesso delle sue proprietà e dei suoi cari, compresa la piccola figlioletta che, partito per la guerra, non aveva visto nascere. Lo aiuta un simpatico personaggio, Miosotis, fioraio del paese e che sovente si reca nella villa per adornarla e curarne piante e fiori. Così per tre-quarti di film Ringo ha la possibilità, come aiutante del fioraio, di studiare gli avversari dentro e fuor…

Salt

Immagine
E' il nome di un'agente CIA che si trova coinvolta in un crescendo di emozionanti azioni in questo spy-movie dove l' adrenalina cola copiosa dallo schermo e la suspence ben studiata, porta lo spettatore ad inoltrarsi nella vicenda il più scomodamente possibile. A causa di una rivelazione fatta da una spia russa catturata, Evelyn Salt (la bellissima Angelina Jolie) deve calarsi fin dall'inizio del film in un doppio ruolo che tiene lo spettatore inchiodato fino al termine nel tentativo di scoprirne la vera identità. Bene e male si mescolano in un susseguirsi di colpi di scena, che se da un lato possono risultare in parte prevedibili. dall'altro disorientano per la trama estremamente sofisticata e riconducibile ad una realtà al limite dell'umana immaginazione. Insomma hanno pensato e fatto le cose in grande, regista e sceneggiatore, per immaginarsi scenari di così tragica portata. Evelyn è sola contro tutti; contro il suo presente di agente CIA ricercata per trad…